ABOLIRE IL CONTANTE

e la libertà



Perché il potere finanziario inumano che governa il mondo con l’inganno e l’usura spinge fortissimamente per l’eliminazione del contante con le scuse più assurde come eliminare le mafie (mafia capitale, l’Exò, il Moses usavano assegni e ci pagavano l’iva), il crimine (che usa i bitcoin, non il contante), l’evasione (non quella a norma di legge delle loro multinazionali che possono mettere la sede nei paradisi fiscali facendo così prezzi inferiori e concorrenza sleale ai negozi che non possono e muoiono, ma quella dei negozianti cattivi che si arricchiscono così tanto... che chiudono tutti e si suicidano per la noia di vivere in cotanta opulenza!)?


1) Per costringerci a DARE TUTTI I NOSTRI AVERI a dei PRIVATI speculatori che per statuto devono fare più soldi possibili cercando di darne il meno possibile, e ricevere in cambio delle promesse di pagamento: gli assegni, le carte di credito e debito, le cambiali, i buoni pasto NON SONO MONETA ma una semplice promessa di pagamento di un privato che quando vuole può fingere di fallire e sul bancomat appare solo la scritta “Bail in, i tuoi soldi non ci sono più, ti puoi anche suicidare”, come è già successo per Banca FrEgatruria o il Monte dei Maschi di Schiena.

La banca d’Italia spiega chiaramente che l’unica moneta a corso legale è quella stampata dalla banca centrale, che è solo l’8% del totale, quella bancaria, che è il 92%, no, è una moneta falsa, privata accettata solo perché convertibile in moneta legale… ma solo al massimo per l’8%, il resto no perché non esiste abbastanza moneta reale! È un debito inestinguibile!


2) Se un giorno, come in Grecia, capiremo che il progetto europeo è criminale per schiavizzarci senza i carri armati ma grazie ad una moneta privata ed internazionale, la madre di tutti i nostri guai e decidessimo di uscire come decisero i Greci, anche qui chiuderebbero gli sportelli e resteremmo anche noi senza i soldi per comprare il latte ai bambini e dovremmo subito capitolare.


“Ci sono due modi per conquistare e rendere schiava una nazione, una è la spada”, l’altra la moneta”. John Adams, secondo presidente americano.


3) HOMO SINE PECUNIA IMAGO MORTIS


Se tu dissenti dal sistema, dai trattati criminali vieni eliminato, zittito, scompari dai social con il pretesto di essere un pericoloso eversore di sinistra, come Vox di Fusaro, o di destra, o senza motivo, senza appello, da un privato speculatore.


Eliminato il contante anche la banca per sicurezza ti bloccherà il conto, non potrai più comprare il pane, il latte per i bambini, pagare l’affitto o il mutuo per non perdere la casa, la corrente per non restare al buio col frigo spento, il cellulare e internet, magari i farmaci salvavita, la benzina.


Un uomo senza contante è l’immagine della morte.



4) Una banconota da 100 euro vale sempre 100 euro anche dopo infiniti scambi, 100 euro caricati su una carta di credito ad ogni strisciata perdono una percentuale che va alla banca, dopo un po’ siamo noi che dobbiamo 100 euro ai banchieri!

Ora, siccome noi non possiamo creare denaro di stato, col tesoro, non possiamo rimettere quelle 100 Eu mancanti nella circolazione, saremo costretti a prendere in prestito quelle 100 eu da rimettere in circolazione dalla Banca Centrale Europea, che ce li presterà, andando ad aumentare il debito pubblico, sul quale paghiamo anche il 4% di interessi.



5) Le politiche suicid€ stanno facendo fallire le banche, bisogna evitare la corsa agli sportelli abolendo il contante.

Forse non tutti sanno che i soldi depositati sul conto corrente sono di proprietà della banca, la quale e' obbligata a renderveli, su vostra richiesta (Articolo 1834 del codice di civile). Ma se il contante viene abolito COSA VI TORNANO INDIETRO? E se li preleviamo tutti assieme? Il contante in circolazione in Italia e' 150 miliardi ma i depositi degli italiani 4000!


6) La legge (anticostituzionale) dice che per ricevere lo stipendio o comprare qualsiasi cosa sopra i 300 euro dovete aprire un conto presso un privato speculatore che ha dei costi più o meno evidenti, bolli, commissioni. Se i contanti fossero aboliti questi costi potrebbero lievitare all’infinito perché tanto siete obbligati… sino a trasferire sui clienti gli effetti dei tassi negativi!!!





7) Con la carta si fa fatica a rendersi conto di quando si stia spendendo e si finisce presto in rosso con la banca che pignora la casa, ormai senza passare dal giudice.


Meno contante, meno contate: transazione negata!!!



Torna a politica