IL PARTITO DEI CRETINI


Alcuni furbi, visto che i cretini erano la maggioranza, decisero di creare il partito dei cretini ma, siccome nessuno si iscriveva, lo rinominarono degli intelligenti e vinsero le elezioni.

Capirono così che bastava rovesciare le parole perché la gente non solo non si accorgesse quando le rubavano tutto ma addirittura lo pretendesse a gran voce!

Le guerre di invasione per rubare le risorse agli altri vennero chiamate “Missioni Di pace”… eterna, dopo ovviamente aver pagato dei facinorosi per creare disordini e violenze.

I colpi di stato vennero definiti “Governi tecnici”, “cessioni di sovranità” la perdita del diritto di non ubbidire a nessuno, i nostri nonni preferirono morire che cederla.

Governance la dittatura.

Sporco evasore affamatore del popolo: poveraccio che ha perso il lavoro e non può più pagare le tasse (inique) sulla casa, auto, spazzatura, tv e quindi bisogna avere una scusa per portargli via tutto facendo sentire in colpa lui sino al suicidio.

Riduzione della spesa pubblica e degli sprechi quando lo stato diminuisce i servizi e sopratutto i soldi che deve dare ai cittadini perché possano pagare le tasse e far funzionare l’economia. In pratica impoverisce come una tassa ma a rovescio così che i cretini applaudono.

Dire che per evitare l’inflazione lo stato non deve dare i soldi che servono all’economia, quando c’è disoccupazione e quindi nessuno può spendere ed i prezzi crollano, è come dire che fai morire uno di fame per evitargli il rischio di una digestione pesante: ti dovrebbe ringraziare.

Accoglienza: la legalizzazione delle navi negriere che fanno morire la gente in mare per far arricchire pochi viscidi sfruttatori.

Operatori umanitari: schiavisti dipendenti strapagati delle organizzazioni private.

Privatizzazione: vendere tutti i beni ed i servizi pubblici essenziali a degli speculatori che sono più efficienti dello stato perché cercano di guadagnare il più possibile dando sempre meno, mentre ad uno stato sovrano non interessa guadagnare soldi, che può sempre stampare quanti ne servono per creare ricchezza reale, ma dare a tutti i servizi al minor costo.

Crisi economica quando non manca nulla per essere tutti ricchi, i negozi pieni chiudono ed il petrolio senza le tasse costerebbe zero: truffa legalizzata per giustificare la perdita di sovranità finanziaria e non solo dello stato.

Feroce dittatore: capo di stato che non vuole svendere il paese agli speculatori internazionali, si inventano armi di distruzione di massa inesistenti, storie di sadiche torture alla popolazione e si parte con i bombardamenti.

Evasione, castacricca corruzione, mafia: menzogna criminale per incolparci per il fatto che l’Italia, nonostante avesse in abbondanza tutti questi problemi, dalle macerie della guerra sia diventata la 4° potenza e poi improvvisamente, fatta entrare con l’inganno nell’€uro crimine, ora abbia solo record di povertà, debito pubblico, suicidi, chiusura di aziende, emigrazione di cervelli, immigrazione, ecc.

Evasione: incolpare dei mali del liberismo chi lavora, dire che i negozianti ed i professionisti evadono e quindi sono talmente ricchi che chiudono tutti per andare a godersi i miliardi accumulati e si suicidano a raffica perché sono stufi del vivere in così tanta opulenza.

Choosy, pigri, indolenti, viziati: altra menzogna criminale per incolpare i giovani con due lauree che devono andare a fare i camerieri al Londra per avere un lavoro pagato.

Alternanza scuola lavoro: distogliere gli studenti dalla scuola dove dovrebbero imparare a non farsi fregare come cretini per abituarli a lavorare gratis, sfruttamento minorile legalizzato.

Buona scuola: tagliare soldi all’istruzione, segare il ramo dove siamo seduti, portarci nel terzo mondo.

Buona sanità: tagliare i servizi pubblici essenziali, dare la colpa del disservizio agli impiegati, assicurarsi che tutto funzioni male per privatizzare vendendo tutto agli speculatori.

Eliminazione del contante: schiavitù bancaria

Debito pubblico: credito dei privati, i vostri bot e cct che avete in banca, i vostri risparmi quando c’era una moneta sovrana, ora dei banchieri.

Fascista: chiunque cerchi di dissentire dal pensiero unico dominante, che cerchi di difendere la famiglia, i confini, la giustizia.

Antifascista: chi combatte, con violenza verbale e non, chiunque la pensi diversamente dal potere che opprime la gente con la disinformazione e la ideologia di partito.





Torna a politica